“80 Anni. Da Vittorio Ballio MORPURGO a Mario PETRESCHI …”

“80 Anni. Da Vittorio Ballio MORPURGO a Mario PETRESCHI …”

Mostra d’arte. Presso la Sede Centrale della Banca d’Albania.

Tirana, Albania. 

Dal 31 ottobre 2018 al 16 novembre 2018.

Questa mostra arriva per l’80 ° anniversario della costruzione della Sede Centrale della Banca d’Albania. L’edificio, per decenni è stato il monumento più importante della piazza principale di Tirana, e ne ha stabilito l’identità nel corso degli anni facendone parte dell’ensemble architettonico della capitale.

Vittorio Ballio Morpurgo era un architetto della scuola razionalista italiana, uno dei professori appassionati di architettura dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e responsabile del dipartimento di architettura e urbanistica. Fu uno degli architetti nonchè artisti che progettarono tante opere monumentali a Roma durante il ventenio fascista. Conosciuto in Albania per la sua collaborazione con Florestano di Fausto nel progetto per il centro di Tirana, progettò la Banca di Durazzo e la Banca di Korça nel periodo 1925 – 27. In questi edifici, tentò di costruire istituzioni monumentali e introdurre il simbolo dello sviluppo economico dell’Albania di quel tempo. Le stesse caratteristiche sono state rilevate in numerosi sforzi dell’architetto per una degna proposta per la Banca di Tirana, che è documentata da disegni e progetti ben conservati.

La mostra porta così al pubblico per la prima volta la storia dell’edificio in un viaggio tra fotografie, schizzi e disegni originali. Tutto questo naturalmente in reflessione e dialogo anche con il progetto di restauro, opera dell’architetto Mario Petreschi, il quale ha portato all’inaugurazione del nuovo complesso della Banca d’Albania ed è nuovo Museo della Banca, il 30 ottobre 2015. La mostra riflette chiaramente il fatto che l’edificio della Banca d’Albania, nella forma ereditata da Morpurgo, apparterrà alla storia; tuttavia, continuerà a vivere nel presente come parte del nuovo complesso edilizio.

 

 Le foto esposte in questa mostra sono state trovate negli archivi della Banca nazionale d’Albania, conservati nell’Archivio centrale dello Stato italiano, a Roma. La maggior parte delle fotografie furono catturati da fotografi di Studio Vasari, Roma, e dagli ingegneri italiani che lavorarono per gli edifici della Banca Nazionale d’Albania, nel periodo 1925-1938.

La mostra è organizzata dal Museo della Banca d’Albania ed è curata da EJAlbum con una grande squadra composta dai due curatori, Elton Koritari e Ardian Isufi. Si ringrazia tutto lo staf, infatti l’esposizione parte da con un concetto di Albes Fusha ed EJAlbum Team, eseguita graficamente e tecnicamente da Ervin Bërxolli ed Ergys Krisiko. La mostra rimarrà aperta al pubblico a partire dal 31 ottobre 2018 e sarà quindi esposta in altre città dell’Albania

05 foto ne fund
07 foto ne fund
  • Share:
, , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.